Segni di FEDE nelle nostre case

  • Una corona di luce
    Quattro candele che segnano le settimane che ci preparano al Natale (venerdì 25 dicembre).
    La prima è in onore al profeta Michea che predisse la  nascita di Gesù.
    La seconda è detta “di Betlemme”, terra dove nacque il Salvatore.
    La terza è dedicata ai pastori, gente umile e semplice a cui è stata rivelata la venuta del Messia e il luogo della sua nascita.
    La quarta è quella degli angeli, i quali cantarono al mondo la venuta del Cristo (Gloria et Pax).
  • Il presepio
    Attraverso immagini e statuine vogliamo riflettere sull’evento accaduto venti secoli or sono, ma sempre presente, quando Gesù, il Messia e Salvatore, è entrato visibilmente nella Storia degli uomini. Egli afferma: “Sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.
    E questa è la volontà di colui che mi ha mandato, che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma lo risusciti nell’ultimo giorno” (Gv 6,38-39).
  • L’albero
    Segno del legno della Croce al quale fu appeso Gesù, il Salvatore del mondo.
    La Croce è il “trono” che manifesta la regalità di Dio Amore.
    Gesù è “l’albero” della vita che ha sconfitto il Male e la morte: “Tutto il mondo giace sotto il potere del Maligno” (1GV 5,19), ma “il Figlio di Dio si è fatto uomo per distruggere le opere del diavolo” (1Gv 3,8).