Cene in canonica con i ragazzi di 1^media

Si sono concluse le cene in canonica proposte al gruppo dei ragazzi di 1^media.

Sono state delle esperienze edificanti che hanno coinvolto i ragazzi, insieme con i catechisti Daniele (il nostro chef in cucina) e Federico (che ha curato gli inviti agli ospiti ) e don Pierangelo.

Nella cena di lunedì 23 aprile erano presenti : Clara, Eleonora, Emma, Serena, Giulia, Beatrice e Simone. L’ospite speciale è stato Gino Ramin, che ha raccontato ai ragazzi del Centro di Aiuto alla
Vita, esperienza con la quale ha sentito di poter rispondere all’appello del Signore a servire i più deboli e indifesi, come lo sono i bambini non ancora nati .

È stata una bellissima serata trascorsa assieme – ha commentato Serena. Mi hanno fatt o molto riflettere le parole di Gino perché non bisogna mai pensare di essere gli unici a vivere sulla Terra ma
che siamo una comunità; dobbiamo andare d’accordo e comportarci il meglio possibile: La vita è una sola e preziosa, per questo Dio ci aiuta a trovare la strada del nostro cammino“. Anche Beatrice ha apprezzato la “bellissima serata trascorsa tutti assieme. È stato un bel momento di amicizia“, “con una testimonianza molto interessante“, ha annotato Eleonora. Giulia ha puntualizzato: “Quest’incontro mi ha fatto riflettere sul pensare
anche agli altri e non essere egoisti“, mentre Simone ha aggiunto: “Sono stato bene e c’è stata una bella accoglienza. Ho mangiato bene e mi sono divertito anche se non c ’erano altri maschi“. Clara conferma: “Splendida serata: mi sono divertita a stare in compagnia. Mi è piaciuto quello che ha detto il professore sul fatto che sono stati salvati dei bambini che altrimenti non sarebbero mai nati“.

Nella cena di giovedì 26 aprile erano presenti : Vittoria, Matti a, Nicolò, Leonardo, Marco, Matteo, Francesco, Lorenzo e Giacomo.
Ospiti d ’eccezione: Gildo e Renato, volontari del Banco S. Martino, che hanno raccontato la loro esperienza a contatto con le famiglie che necessitano di aiuto.
Per Nicolò “la cena è stata molto divertente. Mi ha fatto capire cose che non avrei nemmeno immaginato, come persone qua a Chioggia in condizioni difficili… e mi ha stupito che c’è anche gente che li aiuta“. Anche Vittoria ha avuto la stessa sensazione positiva: “La serata di ieri non solo è stata divertente, ma mi ha fatto specialmente riflettere sulla società e sulla vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.