IL LACCIO DELLA RICCHEZZA

Gesù non passa inosservato. Chi lo incontra si sente irresistibilmente attratto da Lui e dalla sua Parola convincente; dai suoi gesti e dalla sua capacità di relazione. A uno come Gesù si possono rivolgere anche le domande importanti della vita.

Quel “tale”, di cui racconta il Vangelo, è affascinato dal Maestro di Nazaret, ma è ancora fortemente legato ai beni che possiede e che lo fanno indietreggiare dinanzi alla proposta radicale di Gesù. Potenza della ricchezza che cambia la direzione dell’anima!

A volte anche a noi manca una “cosa sola” perché la nostra risposta al Signore sia totale, pienamente libera. C’è sempre un “laccio” che ci blocca e c’impedisce di camminare speditamente dietro a Gesù e di fidarci completamente di Lui. Le cose che abbiamo paura di perdere, di fatto, diventano come una prigione che ci chiude in noi stessi e c’intristisce. Spalanchiamo dunque le porte a Cristo, lasciamoci attrarre da Lui; poniamogli le nostre domande e accogliamo le sue risposte: Egli è l’unico vero bene della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.