QUESTA DOMENICA, 2 DICEMBRE

  • Progetto Nascita. Ogni prima domenica del mese è possibile sostenere il “Progetto Nascita” del Centro di Aiuto alla Vita con offerte libere, che raccogliamo nella cassetta delle elemosine all’ingresso delle nostre chiese. Per le mamme in attesa di un bimbo sapere di poter contare sull’aiuto effettivo di qualcuno, anche nel tempo successivo al parto, è come ricevere una benedizione che accompagna nel cammino e fa guardare avanti con speranza. Grazie a quanti, anche con il dono di vestitini o giocattoli per bambini, contribuiscono alla realizzazione di questo progetto a favore della vita nascente.
  • Animazione S. Messa domenicale ore 10.30. I gruppi dei ragazzi dell’Iniziazione cristiana e quelli che stanno proseguendo il cammino della fede dopo la celebrazione dei sacramenti si alterneranno, di domenica in domenica, nell’animazione della S. Messa del mattino della domenica (ore 10.30). Un modo semplice per rendere più attiva la partecipazione di tutti all’Eucaristia.
  • Incontro diocesano giovanissimi di 1^ e 2^ superiore. Appuntamento presso la struttura dei “Bagni Internazionale” in lungomare a Sottomarina.
    Programma:

    • ore 16.00, Accoglienza;
    • ore 16.30, Testimonianza: “Dammi un cuore che ascolta: i giovani e le scelte della vita”;
    • ore 18.30, Apericena e concerto di un gruppo locale.
  • Incontro formazione ministri straordinari della Comunione. Dalle 15.00 alle 18.00 in Seminario a Chioggia. Alla “lectio divina” sul racconto della moltiplicazione dei pani (Gv 6,1-15) seguirà la riflessione sul tema: “Verso gli anziani con la forza della tenerezza”.
  • Giovani defunti. Li ricorderemo nella S. Messa delle ore 17.00 alla B.V. di Lourdes. Il Signore Gesù, che attendiamo nel suo ritorno glorioso, spalanchi le porte del suo regno a questi nostri giovani e a tutti gli altri nostri defunti.
  • Adorazione Eucaristica e Vespri. In chiesa S. Martino, alle 17.30 adorazione silenziosa e alle 18.00 preghiera dei Vespri e benedizione eucaristica. Una proposta semplice, per rimanere in ascolto del Signore che ci parla nel silenzio e nella preghiera condivisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.